Diete alla Moda

DIETE ALLA MODA, MITI E VERITA' - PARTE 2


FAD

Nel precedente articolo abbiamo spiegato il significato del termine FAD DIET e quali sono le caratteristiche di queste diete. 
(se non l'hai letto questo è il link -->
DIETE ALLA MODA)

Di seguito riporto l'elenco delle diete alla moda più pericolose e da evitare del 2018, stilata dalla British Dietetic Association (BDA). Per ognuno ho riportato il parere dal punto di vita scientifico.




1) DIETA CRUDISTA (RAW vegan diet) seguita da Gwyneth Paltrow, Megan Fox, Sting

In cosa consiste: i fautori della dieta possono mangiare solo prodotti non raffinati, non confezionati, non trattati chimicamente e non riscaldati sopra 40- 48 ° C. Sostengono che la temperatura danneggerebbe alcuni enzimi e nutrienti necessari per il nostro organismo.
La scienza dice che: alcune vitamine non sono stabili ad alte temperature; gli enzimi introdotti con gli alimenti non mantengono la loro attività passando attraverso il tratto digerente, ma vengono appunto digeriti ossia scomposti in amminoacidi; il nostro organismo non ha gli strumenti per poter digerire alcuni alimenti crudi specialmente quelli con un alto contenuto di cellulosa, come le patate; la cottura di alcuni alimenti è necessaria per neutralizzarne la carica batterica (es il latte, la carne); una dieta di questo tipo comporta numerose carenze nutrizionali.  


2) DIETA ALKALINA seguita da Tom Brady e dalla Duchessa di York

In cosa consiste: la dieta si basa sulla teoria che è possibile modificare il pH (livello di acidità) del corpo e del sangue mangiando alimenti meno acidi e di poter così migliorare alcune patologie o il cancro stesso. Chiaramente non si basa sui principi di fisiologia umana.
La scienza dice che: è impossibile che il pH del cibo possa cambiare il pH del sangue: il nostro organismo è in grado di mantenere l’omeostasi del pH tra 7,35 e 7,45, pH entro il quale sono attive le proteine, come ad esempio quella che trasporta l’ossigeno. Un cambiamento di pH nel sangue condurrebbe rapidamente alla morte se non curato.


3) CONSIGLI DI Katie Price

In cosa consiste: una dieta che si basa su frullati come sostituti del pasto, frullati che conterrebbero integratori proteici a base di proteine del latte, che sosterrebbero il tono muscolare e diminuirebbero la voglia di mangiare.
La scienza dice che: un eccesso di proteine può indurre alterazioni a lungo termine come disfunzioni renali, epatiche e cardiovascolari; in assenza di carenze specifiche una dieta equilibrata copre tutti i fabbisogni di nutrienti, vitamine e minerali, senza necessità di integrazione. Non potremmo definirla propriamente dieta, in quanto questi integratori possono essere assunti da chiunque senza l’esistenza di un programma dietetico, sembrerebbe un mero processo di marketing.


4) DIETA CHETOGENICA seguita da Kim Kardashian, Kobe Bryant, LeBron James, Mick Jagger, Rihanna, Alec Baldwin, Matthew McConaughey.

In cosa consite: la dieta è disponibile in molte versioni come Paleo, Atkins o Dukan, ma la premessa è la stessa, ridurre i carboidrati al 5% delle calorie totali. Ha un contenuto molto alto di grassi. Sostengono che non avendo a disposizione carboidrati il corpo bruci grassi che vengono convertiti in corpi chetonici.
La scienza dice che : I carboidrati sono la principale fonte energetica del nostro organismo: vengono convertiti in glucosio e trasportati a tutti gli organi affinché possano svolgere le loro funzioni, fungendo da carburante. L’assenza di carboidrati nell’alimentazione costringe l’organismo a demolire oltre ai grassi anche le proteine per trasformarle in glucosio, causando riduzione della massa magra e acidosi, che si manifesterà con un’eccessiva stanchezza, debolezza muscolare, cefalee, maggior rischio di fratture ossee, ecc.


5) DIETA PIOPPI ideata da Dr Aseem Malhotra and Donal O’Neill

In cosa consite: la dieta sostiene di promuovere i principi della dieta mediterranea per perdere peso. Si tratta di una dieta a basso contenuto di carboidrati e con utilizzo di grassi provenienti solo da pesce, olio d'oliva e olio di cocco.
La scienza dice che: la vera dieta mediterranea prevede invece il 50-60% di carboidrati, indispensabili per fornire energie ad ogni distretto corporeo; bisogna fare attenzione alla qualità dei grassi ingeriti prediligendo quelli insaturi, mentre l’olio di cocco contiene più dell’80% di grassi saturi, dannosi per il cuore.


stopIn conclusione le FAD DIETS sono pericolose, ascientifiche e debilitanti. Dobbiamo abbandonare l'idea per cui l'unica cosa che conta in una dieta è l'ago della bilancia. Occorre sempre farsi seguire da una persona esperta di nutrizione, in grado di consigliare e ideare il piano dietetico adatto alla tutela della nostra salute e del nostro benessere. 

Elisabetta Incorvaia - 23.05.18