La visita Dott.ssa Elisabetta Incorvaia - Biologa Nutrizionista a Nerviano-Dott.ssa Elisabetta Incorvaia Biologa Nutrizionista a Nerviano

La visita

PRIMA DELLA VISITA
 

1) Cercare gli ultimi esami del sangue effettuati e i referti medici comprovanti la presenza di patologie, in modo da ricordarsi di portarli il giorno della prima visita.

2) E' molto importante per me conoscere nel dettaglio le abitudini alimentari che fanno parte della quotidianità. Se si ha la possibilità consiglio fortemente di compilare un diario alimentare nella settimana antecedente la visita. Il diario è scaricabile ai link qui sotto e contiene tutte le istruzioni per una corretta compilazione.

Diario_alimentare.pdf



LA PRIMA VISITA
 
mela-metro-e-bilanciaLa prima visita, della durata di circa 1 ora consisterà in:
 
1) Anamnesi generale: raccolta di informazioni sullo stato fisiologico o patologico di salute, verrà inoltre presa visione delle analisi del sangue e di eventuali referti medici. Saranno definiti gli obiettivi da raggiungere.
 
2) Anamnesi alimentare: raccolta di informazioni relative alle abitudini alimentari: frequenze, quantità, metodi di cottura, tempi, emozioni, gusti e preferenze, per individuare gli errori alimentari da correggere e soprattutto per fare in modo che la dieta sia personalizzata al 100%. Visualizzazione e commenti al diario alimentare (se compilato).
 
3) Misurazioni antropometriche: per conoscere il punto di partenza e per valutare l'andamento del percorso alimentare, saranno misurati peso, altezza e circonferenze corporee.
Bia4)Analisi della composizione corporea mediante bioimpedenziometria: affinchè questo test sia il più accurato possibile si raccomanda un digiuno da cibo e bevande di almeno 4 ore. Tramite elettrodi verrà misurata la resistenza che il corpo oppone al passaggio di una corrente debolissima. Dal valore della impedenza corporea, tramite alcuni algoritmi, calcolerò una stima del contenuto di acqua corporea, di massa magra, di massa grassa, e del metabolismo basale

5)Calcolo del dispendio energetico ovvero delle calorie quotidiane necessarie per mantenere il funzionamento ottimale di ogni distretto corporeo. Per questo calcolo il metabolismo basale sarà integrato con il livello di attività fisica svolta quotidianamente. In questo modo sarà possibile assicurare un apporto calorico e nutrizionale personalizzato sul vostro consumo e sulle vostre necessità.

6) Elaborazione del piano dietetico personalizzato che sarà consegnato entro una settimana,​​​​​​ sanno spiegati in sede di visita il modo di procedere, che alimenti prediligere, le quantità necessarie, i metodi di cottura, il perchè di determinati abbinamenti alimentari o di certe limitazioni,  con lo scopo di riuscire a mangiare con piacere e intelligentemente. Le scelte alimentari saranno pensate per soddisfare le necessità fisiche, strutturali, emotive, culturali, etniche, religiose e le aspettative edonistiche. Il piano seguirà il modello della dieta mediterranea e potrà essere accompagnato da ricette e liste alimentari (secondo le esigenze individuali). 

 
I CONTROLLI

Le visite di controllo hanno una durata di 30 minuti circa e consisteranno in:

1)Verifica dell’andamento della dieta, verranno affrontati i punti critici, i progressi e le eventuali difficoltà, con lo scopo di aiutare e non di giudicare!

2)Misurazioni antropometriche, identiche a quelle della prima visita.

3)Analisi della composizione corporea mediante bioimpedenziometria (se necessaria).

4) Apporto di eventuali modifiche al piano personalizzato.

E’ prevista una prima visita di controllo dopo 30 giorni dal primo appuntamento.
Il paziente verrà seguito fino al raggiungimento e alla stabilizzazione dell'obiettivo stabilito. Il percorso prevede norme alimentari solide scientificamente, realistiche e compatibili con la vita sociale, ma anche un percorso cognitivo per gestire in modo autonomo, sereno e non ansiogeno il rapporto con il mondo alimentare. Per questi motivi bisogna dare tempo al proprio corpo e alla propria mente di fare proprio questo nuovo stile di vita, di benessere fisico e psicologico. E' auspicabile ipotizzare di perdere 2-4 Kg al mese per poter mantenere il cambiamento stabile e duraturo nel tempo (diete con dimagrimenti rapidi e scompensati sono pericolose perchè adducono il rischio di un recupero di peso successivo e soprattutto di carenze nutrizionali). 



 
“Non occorre dare un pesce a una persona affamata, bensì insegnarle a pescare” Proverbio cinese